Come spiare Messenger e leggere le conversazioni da remoto?

Con oltre 35 milioni di iscritti, Facebook è il social network più diffuso in Italia. Tutta questa popolarità, però, si sta rivelando pericolosa, e il grande social blu sta progressivamente diventando vittima del suo stesso successo.

Nel tempo Facebook è, infatti, divenuto l’habitat ideale per cyberbully, malintenzionati, catfisher, scammer, spammer, troll, phisher, pirati informatici, hacker e pedofili a caccia di prede. E non è tutto. Il social di Mark Zuckerberg sembra essere diventato l’ambiente prediletto in cui andare a caccia di incontri occasionali e avventure extraconiugali, tanto da guadagnarsi il poco lusinghiero appellativo di “sfasciafamiglie”.

Vedere i propri figli o il coniuge costantemente con il telefono in mano, la testa china e gli occhi incollati allo schermo può comprensibilmente mettere in allarme e innescare la tentazione di controllare che cosa stiano facendo, con chi stanno chattando e cosa scorra sotto i polpastrelli delle loro dita.

Cerchi anche tu un modo per controllare a distanza con chi chattano i tuoi figli o il partner su Messenger? In questa guida ti illustreremo come spiare la chat di Facebook da remoto, senza che l’intestatario dell’account se ne accorga.

Come funzionano le app spia Messenger gratis e a pagamento?

Grazie all’evoluzione della tecnologia, entrare in Messenger altrui e leggere i messaggi ricevuti e inviati dai propri figli o dal coniuge è possibile anche senza avere il loro cellulare tra le mani.

Le app spia Messenger gratis e a pagamento come Spiaapp sono strumenti informatici che permettono di controllare da remoto il telefono di un’altra persona, mettere sotto indagine il suo profilo Facebook, leggere gli scambi di messaggi su Messenger e monitorare le attività a distanza anche senza essere investigatori privati, maghi del computer o grandi esperti di tecnologia. Vediamo come installare e iniziare a utilizzare questo tipo di software.

Passo 1. Crea un account

Accedi al sito ufficiale, e crea un account inserendo il tuo indirizzo email e indicando il sistema operativo del dispositivo da monitorare.

Fatto ciò, dopo aver effettuato l’acquisto, riceverai un’email con il tuo account e i dettagli di accesso al sito su cui il software interagisce. Una volta entrato per avviare il processo seleziona Android e premi sulla voce “Procedi”.

Passo 2. Scegli il piano di abbonamento e procedi con l’installazione

Scegli il piano di abbonamento più in linea con le tue esigenze ed effettua l’ordine. Riceverai una mail in cui ti verranno comunicati i dati per accedere al programma e le indicazioni per installarlo. Segui le istruzioni indicate nella mail di benvenuto e imposta il programma sul dispositivo che desideri monitorare. Una volta installato, le app spia come Spiaapp funzionano in modalità stealth, e la loro presenza sul cellulare in questione non è in alcun modo rilevabile. 

Fatto ciò, premi il pulsante “Download” e attendi l’esecuzione del file bt.apk specifico per ottenere il file del software per Androide alla fine aprilo.

Passo 3. Ottieni l’accesso remoto al telefono da monitorare

Accedi al Pannello di Controllo e inizia a effettuare il monitoraggio dell’attività telefonica e digitale, senza che il possessore del telefono se ne accorga. Dal Pannello di Controllo puoi controllare:
  • Attività sui social network.
  • Messaggi inviati e ricevuti sulle piattaforme di instant messaging.
  • Cronologia di navigazione.
  • Applicazioni installate sul dispositivo.
  • Foto, video, immagini e file multimediali inviati, ricevuti e scaricati.
  • Chiamate ricevute ed effettuate.
  • Posizione e spostamenti del dispositivo.
  • SMS, MMS e messaggi di posta elettronica.
L’installazione e le operazioni preliminari sono generalmente semplici e richiedono pochi minuti. Le app spia sono infatti strumenti user-friendly, facili da usare e dotate di un’interfaccia intuitiva, alla portata non solo di semiprofessionisti ma anche di chi magari non ha grande dimestichezza con le tecnologie digitali.

Su quali sistemi operativi funzionano le app spia?

spiaapp.it
Il ventaglio di spy app disponibili sul mercato è molto ampio, e la maggior parte dei programmi è disponibile sia per Android che per iOS. L’uso di uno spyware su un dispositivo Apple o Android prevede piccole differenze, che approfondiamo di seguito.

Come spiare Messenger da Android?

In linea di massima, i programmi spia funzionano su dispositivi Android 4+ con o senza root. Senza effettuare il rooting del dispositivo, con una spy app in genere è possibile controllare:
  • Registro delle chiamate.
  • SMS, e-mail e MMS ricevuti e inviati.
  • Foto e video realizzati e scaricati.
  • Posizione GPS del dispositivo e i percorsi effettuati.
Qualora queste funzionalità fossero sufficienti per effettuare i controlli di cui si necessita, lo spyware può essere tranquillamente usato senza root. Per usufruire appieno del servizio e accedere anche alle opzioni avanzate, come il monitoraggio dei social network e delle chat, occorre eseguire il root sui dispositivi Android. Nulla di complicato, si tratta di una semplice operazione che, in buona sostanza, permette di utilizzare applicazioni non disponibili su Google Play Store.

Monitorare un iPhone da remoto con un’app spia

Il concetto è grossomodo lo stesso per i dispositivi iOS, solo che in questo caso non si parla di rooting ma di jailbreak, una semplice operazione di sblocco che consente di eliminare le barriere di sicurezza stabilite da Apple. Le spy app compatibili con i dispositivi Apple funzionano con iOS 7-11+ senza jailbreak e con iOS 7-8.4; 9.0 -9.1 con jailbreak. Se si conoscono le credenziali iCloud dell’utente che si desidera monitorare, alcune app spia permettono di utilizzarle per accedere al dispositivo in questione.

Quando può essere utile entrare in Messenger altrui?

Ricollegandoci a quanto detto all’inizio dell’articolo, ricorrere all’uso di un’app spia o un programma di tracking per leggere i messaggi nella chat di Facebook può essere utile per diversi motivi. Li elenchiamo di seguito:
  • Vigilare sulle attività digitali dei figli minorenni a fini di protezione e tutela. Pensi davvero che i tuoi figli usino Messenger per parlare solo con i compagni di scuola e gli amici? In realtà si ritrovano spesso a chattare con perfetti sconosciuti, tra cui non è raro che si nascondano cyberbully e pedofili. Il cyberbullismo rappresenta uno dei principali pericoli della rete, di cui si stima siano vittime sei giovani su dieci.
  • Proteggere i familiari e parenti più anziani, fragili, ingenui o sprovveduti da frodi informatiche, tentativi di raggiro, phishing, pubblicità ingannevoli, spam e le cosiddette truffe romantiche.
  • Tenere sotto controllo la condotta di impiegati, dipendenti e collaboratori durante l’orario di lavoro e controllare che non comunichino dati aziendali a soggetti non autorizzati, non perdano tempo sui social e usano le tecnologie digitali solo a fini lavorativi.
  • Controllare con chi chatta il partner su Messenger e verificare se avvengono scambi di foto esplicite e messaggi compromettenti o a contenuto sessuale con altre persone alle tue spalle. Grazie alla sua praticità, la chat di Facebook sembra essere diventata lo strumento prediletto per consumare tradimenti e intrattenere relazioni clandestine.
È doveroso precisare che solo i genitori o chi ne fa le veci possono controllare da remoto il telefono dei figli di minore età anche all’insaputa degli stessi e senza la loro esplicita autorizzazione. Negli altri casi, invece, occorre informare preventivamente i possessori dei cellulari dell’intenzione di effettuare il monitoraggio, per non rischiare di passare dalla parte del torto. Ti ricordiamo, infatti, che controllare le chat altrui senza autorizzazione costituisce una grave violazione della privacy.

Scegli il Tuo Piano

1 MESE
BASE

€26.99/mese*

1 MESE PREMIUM

€59.99/mese*

3 MESI PREMIUM

€33.66/mese*

Come spiare Messenger di Facebook: le testimonianze degli utenti

Con uno spyware io e mio marito abbiamo scoperto che nostro figlio di 13 anni era stato preso di mira senza motivo da un gruppo di cyberbulli che neanche conosce personalmente. Abbiamo prontamente denunciato l’accaduto alle autorità competenti.
Elena, 47 anni, Verona
Sospettavo da tempo che mio marito mi tradisse. Ho cercato su internet “come spiare Messenger di Facebook” e ho installato un’app spia. Oltre a vedere le foto esplicite e i messaggi incommentabili che mio marito si scambiava sulla chat di Facebook con altre donne, con uno spyware ho potuto seguire i suoi spostamenti e ho scoperto che, quando diceva di andare a giocare a padel con i colleghi, in realtà andava in squallidi motel con altre donne. Ho già chiamato l’avvocato.
Daniela, 46 anni, Milano
Se non avessi deciso di controllargli il telefono con un programma spia forse non avrei mai scoperto che mio marito mi tradiva da prima che ci sposassimo e addirittura ha portato a casa l’amante quando io ero in ospedale a partorire. Ho chiesto la separazione
Manuela, 39 anni, Milano
Ho iniziato a tenere sotto controllo il cellulare di mia figlia di 12 anni con uno spyware, e ho scoperto che uno sconosciuto probabilmente sotto mentite spoglie la importunava su Facebook da tempo. Ho sporto denuncia.
Fiorella, 44 anni, Bologna
Grazie a un’app spia che ho usato per controllare il suo telefono ho scoperto che persona abominevole stavo per sposare. Mi tradiva da anni con altre donne. Mi tradiva già dai primi tempi in cui stavamo insieme. L’ho lasciato. Ora sto con un uomo che mi ama davvero e sono rinata.
Chiara, 28 anni, Vicenza
Il fatto che la mia ragazza nel giro di pochi mesi fosse passata dall’ignorare quasi completamente Facebook a essere sempre online fino a notte fonda mi aveva insospettito. Ho cercato in rete “come spiare Messenger avendo solo il numero di telefono” e ho installato un’app spia con cui ho potuto controllare con chi chatta. Ebbene, ho scoperto che si vede da mesi con un altro.
Paolo, 30 anni, Savona
Come spiare Messenger: domande frequenti
Per fare chiarezza sull’argomento, rispondiamo alle domande più frequenti che gli utenti ci pongono su questo argomento.
Sì, come abbiamo visto, con uno spyware come Spiaapp puoi controllare le conversazioni altrui su Facebook Messenger direttamente dal Pannello di Controllo, senza dover quindi accedere fisicamente al computer o smartphone da monitorare.
Sì, con una spy app come Spiaapp puoi ottenere l’accesso remoto al cellulare di un’altra persona senza che se ne accorga ed effettuare un monitoraggio completo dell’attività telefonica e digitale, inclusi gli scambi di messaggi su Facebook Messenger.
Non è possibile spiare le conversazioni Messenger Facebook solo tramite il numero di telefono. I siti che offrono la possibilità di farlo sono in realtà subdoli specchietti per le allodole ideati da hacker e cyber criminali senza scrupoli per sottrarre i dati personali sensibili dei malcapitati e usarli per perpetrare vere e proprie truffe.
Il cyberbullismo è un fenomeno di cui, come accennato, si stima siano vittime sei minori su dieci nel nostro Paese. Si tratta di vili comportamenti di prepotenza perpetrati nel tempo da un soggetto o da un gruppo ai danni di individui spesso percepiti come più deboli, con il preciso fine di intimorire, offendere, denigrare, mortificare, mettere a disagio, infastidire, ridicolizzare, infamare e calunniare pubblicamente attraverso Facebook e Messenger. Si tratta di una vera e propria emergenza sociale. Noi genitori abbiamo pertanto il dovere di tenere sotto controllo l’attività online dei nostri figli al fine di tutelare la loro sicurezza, e prendere immediatamente provvedimenti qualora notassi messaggi offensivi, ingiuriosi o minacciosi.
Ricorrere all’uso di uno spyware per controllare l’attività su Facebook è consentito e non costituisce una violazione della privacy qualora l’intestatario dell’account sia stato debitamente informato che il suo dispositivo è monitorato. L’unico caso in cui un telefono può essere controllato da remoto con uno spyware senza l’autorizzazione del possessore è quando a effettuare il monitoraggio è un genitore o chi ne fa le veci per tutelare la sicurezza dei figli minorenni in rete.
La messaggistica è privata, e in quanto tale non può essere controllata. Diffida dai tanti siti gratuiti che millantano di offrirti la possibilità di accedere all’account Facebook di un’altra persona e leggere le conversazioni su Messenger. Si tratta, come accennato, di subdoli raggiri messi in atto dai pirati informatici per diffondere malware e mettere in atto attacchi di phishing e frodi digitali.
Sì, prima di installare un’app spia su un dispositivo Android, assicurati che sia rootato. Il rooting del sistema operativo libera lo smartphone da restrizioni e barriere di sicurezza, consentendo di usufruire delle funzionalità più avanzate delle migliori spy app, come il monitoraggio degli scambi di messaggi su Facebook Messenger. Senza root in genere puoi eseguire un numero limitato di operazioni, come ad esempio leggere gli SMS e vedere le chiamate in entrata e in uscita.

Conclusioni

L’unico metodo veramente efficace per spiare Messenger a distanza e controllare i messaggi inviati e ricevuti è affidarsi a un’apposita app spia, che permette di ottenere l’accesso remoto al telefono di un’altra persona ed effettuare un monitoraggio a 360 gradi dell’attività telefonica e digitale. Così facendo, puoi monitorare a distanza i tuoi figli e intervenire qualora notassi scambi di messaggi sconvenienti o sospetti su Messenger, e, previa autorizzazione, controllare con chi chatta il partner e tenere d’occhio i dipendenti durante l’orario di lavoro.